ITAFLAG.gif

ITALIANO  

INGFAG.gif SPAFLAG.gif FRAFLAG.gif

SPORTIVISSIMO - IL PORTALE DEDICATO ALLO SPORT E A TUTTI GLI SPORTIVI!!!

E-MAIL | SITI AMICI | SCAMBIO BANNER | LINKS | GIORNALINO | CHAT | NEWS | QUOTIDIANI | RIVISTE | IMMAGINI | ABBIGLIAMENTO ALIMENTAZIONE | REGOLAMENTI | GIOCHI | MUSICA | VACANZE | MOTORI DI RICERCA | GUESTBOOK
 
Archivio 2003 N°    |  1  |  2  |   3  |   4  |   5  |   6  |   7  |   8  |   9  |   10  |   11  |   12   
Le pagelle di zio M.|  1  |  2  |   3  |   4  |   5  |   6  |   7  |   8  |   9  |   10  |   11  |   12   

BRILLANTI

Gara di andata per i quarti di finale di Champions league, uno stadio bellissimo pieno, una squadra data come molto competitiva e una “real”mente competitiva. Questi gli ingredienti per uno spettacolo che rimarrà nella memoria degli appassionati per un bel pezzo. La partita che si è vista giocare nel primo tempo dal Real Madrid è stata semplicemente esaltante e a livelli troppo alti pure per una squadra nazionale brasiliana. Merito anche di un Manchester UTD sperso e ipnotizzato dai giochi di prestigio che i migliori giocatori che Francia, Spagna, Brasile e Portogallo hanno da offrire. Mi riferisco ovviamente a Zidane, Raul, R.Carlos e Figo che ancora una volta hanno dimostrato di saper dare spettacolo in qualsiasi occasione e contro qualsiasi squadra. Fantasia e un pizzico di arroganza hanno permesso agli spagnoli di vincere una gara importantissima contro una squadra molto pericolosa grazie al risultato di tre a uno che pure va stretto al Real. Infatti, durante la partita non è stato concesso almeno un rigore legittimo che, però, non sembra aver scoraggiato Ronaldo e compagni. Una magia di Figo, e due perle di quel cecchino che risponde al nome di Raul, hanno tolto qualsiasi dubbio su chi siano i giocatori più forti d’Europa al momento, visto che qualcuno prevedeva una sfida non solo calcistica ma anche tra talenti nei rispettivi ruoli: appunto Figo, paragonato a Beckham e Raul contro Van Nistelrooy. Infatti l’”ingellatissimo” Spice Boy ha vagato per il campo per novanta minuti senza neppure sapere cosa fare se non opporre una debole resistenza in fase difensiva e buttare qualche pallone in area di quando in quando, la maggior parte su calci d’angolo comunque. L’olandese Ruud non sembra gradire questa carenza di palloni e infatti segna solo un gol su una sciagurata respinta di Casillas e appare nervoso e poco lucido non sfruttando le pocchissime occasioni che gli si presentano. In mezzo a tutto questo brilla sempre di più Zinedine Zidane, che, con la sul luce, illumina il centro campo e beffa con prodezze e balletti tutto il Manchester, nessuno escluso, che non può fare altro che ritirarsi in difesa e aspettare l’inevitabile. Partita veramente esaltante sotto qualsiasi punto di vista. Aspettando il ritorno che si terra in casa loro, i Diavoli Rossi devono, per ora, inchinarsi alla magia degli Angeli Bianchi.

VIME

 
 

 

 
 

www.olivero.it
Prima realtà in Italia trovi tutto per l'abbigliamento e articoli sportivi